Pallavolo Femminile, Intervista a Marialaura Patti: ” Molte le soddisfazioni e molte ancora quelle da togliere”.

 

Subito dopo il match tra  Volley Reghion- Castelvetrano Selinunte abbiamo intervistato ai nostri microfoni la giocatrice ospite che tra le sue giocate, la sua altezza e la sua bellezza ha incantato il palazzetto per non dire poi dei suoi 21 punti messi a segno. Lei è Marialaura Patti nata a Mazara del Vallo  il 9/08/1987 il resto ve lo lasciamo raccontare da lei. Buona lettura:

Inizio a giocare per puro divertimento e li ho capito che è stato subito amore a prima vista e da allora non ho più smesso e sono ben 16 anni che intraprendo questo stupendo cammino all’insegna dello Sport. A 18 anni diciamo che si apre la mia carriera a Marsala dove gioco in prima squadra in B, da li faccio anche un anno di A2 e i restanti di B1 tra cui nuovamente Marsala, Torino, Roma più la mini-olimpiade avvenuta nell’anno 2005 (trofeo delle isole) conclusa con un primo posto e il trofeo delle regioni concluso con un 4°.”

Sono molte le soddisfazioni che la Siciliana porta dentro e sopratutto ogni successo è stato per lei una soddisfazione che non dimenticherà mai. Ma a questa domanda ecco la sua risposta.

 

Difficile rispondere a questa domanda, calcola che la mia soddisfazione più grande  è stata proprio ad iniziare a praticare questo Sport.  Da li è stato tutto un susseguirsi di bellissime esperienze e sensazioni che porterò tutte nel cuore, in primis quelle della mia città  che mi ha dato la spinta, come un trampolino di lancio, e poi tutto il resto: esperienze fuori,  la mini-olimpiade che ho fatte alle Azzorre, il trofeo delle Regioni fatto a Roma, l’esperienza in mezzo al freddo di Torino in serie B, a Roma, a Marsala in A2. Una delle più grandi è stata quello dello scorso anno a Castelvetrano dove ho battuto il record Nazionale in B1 del maggior numero di punteggio rispetto a tutte le altre attaccanti facendo 34 punti su 42 palloni in un match difficilissimo e sono stata premiata dalla FIPAV in persona e questo è stata una soddisfazione ancora più grande per me

 

Inoltre manda qualche “dritta” per chi si volesse avvicinare al mondo della Pallavolo. Ecco le sue parole:

In primis, lo Sport, qualunque esso sia è un’esperienza meravigliosa e lo consiglio a tutti, oltre a rigenerarsi sia fisicamente che emotivamente, ti aiuta molto a crescere ed affrontare la vita in maniera diversa.  Comunque c’è molta competizione, sopratutto nella Pallavolo dove non sei il solo a giocare ma devi vedertela anche con altre sei persone, la competizione  c’è anche negli sport “singoli” ma negli sport di squadra la corazza è doppia.  Lo consiglio a tutti, crei esperienze meravigliose calcolando anche che da li sono nate le mie amicizie. E nella vita aiuta tantissimo.”

Concludiamo l’intervista  dove ci dice l’augurio per un suo eventuale futuro ancora nella Pallavolo

 

Al momento mi auguro di giocare il più possibile perchè non c’è niente di più bello

Domenico Tripodi

 

 

Loading

Vai alla barra degli strumenti

On this website we use first or third-party tools that store small files (<i>cookie</i>) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (<i>technical cookies</i>), to generate navigation usage reports (<i>statistics cookies</i>) and to suitable advertise our services/products (<i>profiling cookies</i>). We can directly use technical cookies, but <u>you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies</u>. <b>Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience</b>.