Prima Categoria Girone D: Il Derby è del Palizzi. Battuta la Bovese e salvezza sempre più vicina. [Photogallery]

Pol. Bovese – Palizzi 1-3

Marcatori: 4° Corso, 34° Autolitano A., 75° Corso, 47° Panagia (r);

POLISPORTIVA BOVESE: Violi F. ‘02, Romeo C. (46° Tuscano A. ‘04); Cimino G. ‘04, Scordo C. (54° Panagia), Bonanno, Cuppari, Gueye C. ‘01, Damè, Scordo A. (65° Vadalà), Marengo, Profazio (77° Guglielmini); A disp.: Criseo G., Marino G., Tuscano A. ’04, Palamara C. ’04, Violi M. ’05, Petronio A.; All.: Paone Angelo;

PALIZZI: Molla E., Iriti E., Francone G. ’01, Bruzzese B. (18° Cartisano M. ‘04), Leka A., Zumbo A. ’00, Autolitano A., Milano A., Modaffari L. (46° Praticò V.), Palermiti G. (43° Zirilli), Corso S. (81° Autolitano M) ; A disp.: Tripodi F., Nucera S., Parasporo O, Ferraro I., Dieni A. All.: Malaspina Domenico;

Note. Giornata bella con leggero vento, terreno in pessime condizioni, spettatori 500 circa con numerosa rappresentanza ospite Ammoniti: Cimino G., Panagia A., Vadalà S. (BO); Palermiti G., Francone G. (PA); Minuti di recupero: 4′-7′ 

BOVA MARINA– Il derby del San Pasquale va meritatamente ai bianconeri del Palizzi che con una gara attenta e accorta manda al tappeto una Bovese troppo brutta per essere vera.  

Per i padroni di casa l’unica cosa positiva è la bella coreografia offerta dai propri tifosi con fumogeni, striscioni e bandierone che copre per l’intera zona riservata ai tifosi di casa, cornice degna di altre categorie.A dirigere l’incontro il sig. Meduri della sezione di Reggio Calabria. Le due squadre si presentano all’attesissimo appuntamento con tutti gli effettivi a disposizione. I due mister schierano le proprie formazioni a specchio, 4-3-3 per entrambe.

Pronti via, neanche il tempo di prendere le necessarie misure e il Palizzi passa in vantaggio. Modaffari conquista palla all’altezza della linea mediana e si invola sulla corsia di sinistra, giunto sul fondo lascia partite una palla rasoterra che attraversa tutta l’area della Bovese, senza che nessun difensore riesca ad intervenire, e finisce dal lato opposto a Corso che ha tutto il tempo di controllare e battere Violi. La Bovese accusa il colpo e gli ospiti e al 6° con lo stesso Modaffari vanno vicini alla rete del raddoppio, l’attaccante ospite supera Romeo entra in area e batte da sinistra verso destra ma trova la pronta risposta di Violi che con un ottimo intervento respinge il suo tiro. Al 7° Palermiti viene ammonito per un fallo su Damè. Dalla punizione seguente, battuta da Marengo verso il centro area del Palizzi, Bonanno rimane a terra e per l’arbitro vi sono le condizioni per fischiare il calcio di rigore per i locali. Sulla palla si porta Marengo, ma il suo tiro debole e centrale viene respinto dal portiere Molla con la palla che viene spedita in angolo dai difensori ospiti. Dalla bandierina ancora Marengo con palla che giunge a Scordo A. ma il suo colpo di testa finisce sul palo. Al 10° Cimino si becca il cartellino giallo per un fallo ai danni di Corso. Al 18° Bruzzese è costretto a lasciare in campo per un infortunio, al suo posto entra Cartisano. Al 22° Scordo A. servito al limite dell’area controlla la sfera si porta in area e batte Molla, ma l’arbitro annulla la rete per fuorigioco dell’esperto attaccante locale. Passano tre minuti e da una punizione in favore della Bovese battuta da Romeo, Damè salta più in alto di tutti ma il pallone rimbalza davanti alla porta di Molla e termina sopra la traversa. La Bovese adesso ci crede e continua ad attaccare ma come una mazzata arriva il raddoppio degli ospiti. Al 34° Punizione dalla tre quarti battuta da Palamiti, che trova Autolitano A. che completamente solo in area della Bovese, con un perentorio colpo di testa, batte l’incolpevole Violi vanamente proteso in tuffo.    Al 36° veloce ripartenza del Palizzi ma stavolta è molto bravo Cimino a recuperare e a togliere la palla a Corso. Al 40° l’assistente di linea del Palizzi viene prima ammonito per proteste e subito dopo espulso. Al 41° ottima parata di Molla su colpo di testa di Scordo A. con Bonanno che si avventa sul pallone ma l’arbitro ferma tutto per fuorigioco. Al 43° Bruzzese alza bandiera bianca a causa di un infortunio e al suo posto entra Zirilli. Passa appena un minuto e Cimino si rende protagonista di una grande discesa sulla sinistra si beve mezza difesa ospite e dalla linea di fondo manda al centro, la palla attraversa tutto lo specchio della porta di Molla e termina dal lato opposto, senza che nessun attaccante locale riesca ad intervenire. Il direttore dopo 4 minuti di recupero emette il duplice fischio di metà gara.

La ripresa si apre con Praticò che prende il posto di Modaffari nel Palizzi e con Romeo che lascia il posto a Tuscano tra le fila dei locali. Al minuto 8 bravo Molla ad intervenire su una palla alta in area su l’accorrente Dame, con l’arbitro che concede il fallo al portiere ospite per una carica dello stesso colored biancoazzurro. Al 9° mister Paone nel tentativo di dare maggior peso in attacco inserisce Panagia e richiama in panchina Scordo C. Al 15° in seguito ad una mischia in area Panagia e Francone si beccano a vicenda e alla giacchetta nera non rimane altro da fare che redarguire entrambi con il cartellino giallo. Dopo un minuto Marengo dalla bandierina trova Bonanno in area ma il suo colpo di testa termina di poco a lato. Al 20° altro cambio tra i locali con Vadalà che prende il posto di Scordo A. Al 22° Panagia viene fermato in fuorigioco molto dubbio su un lancio in verticale. Al 30° punizione sulla trequarti per la Bovese, sulla palla si porta Marengo che calcia malissimo, rilancio della difesa ospite, sulla palla si portano Tuscano e Corso, il difensore di casa non riesce ad allontanare il pallone e l’attaccante bianconero con un perfetto lob manda la palla nel sette alla sinistra di Violi, 3-0 Palizzi e partita virtualmente chiusa. Palla al centro ed ennesimo cambio tra i locali con Guglielmini che sostituisce Profazio. Al 36° Corso, autore di una doppietta, lascia il posto ad Autolitano M. Al 38° è Praticò ad impegnare severamente Violi con un tiro preciso ed angolato che il pipelet di casa devia in angolo. L’arbitro concede 7 minuti di recupero. Al 47° Guglielmini supera il diretto avversario e punta la porta avversaria ma viene falciato in piena area e l’arbitro decreta il secondo penalty per la Bovese. Stavolta sulla palla si porta Panagia che non dà scampo a Molla.

Al triplice fischio di Meduri i calciatori della Bovese lasciano mestamente il campo mentre quelli del Palizzi si portano sotto la tribuna del “Veterani dello Sport” a ricevere i meritatissimi applausi dai numerosi tifosi arrivati dalla Città del Vino. Partita non troppo bella sotto l’aspetto tecnico ma giocata con intensità e tanto agonismo, ma anche con fair play,  da parte di entrambe le formazioni, con gli ospiti che probabilmente hanno messo quel qualcosa in più che le ha permesso di portarsi a casa tre punti ampiamente meritati.

Ottima la prestazione dei due marcatori del Palizzi Corso e Autolitano, ma anche il portiere Molla neutralizzando il rigore di Marengo ha permesso alla sua squadra di mantenere l’iniziale vantaggio. Tra i locali appare difficile trovare qualcuno meritevole di nota, forse il solo e solito Damè, oggi capitano,  a lottare contro tutto e tutti. Nota di merito per il numeroso pubblico presente, almeno 500 presenti distribuiti tra tribuna e parterre, che ha assistito alla gara sostenendo sempre in modo molto corretto i calciatori dell’una o dell’altra squadra. Direzione di gara del sig. Meduri nella norma, senza infamia e senza lode. 

La prossima settimana la Bovese renderà visita al Catona per una gara che si preannuncia molto importante riguardo la zona salvezza, mentre il Palizzi ospiterà tra le proprie mura la Saint Michel, dove cercherà di vendicare la cocente sconfitta subita nella gara di andata.

Photogallery Completa a cura di Domenico Tripodi

Tutto lo Sport in un clic

Instagram: INSTAGRAM

Twitter: TWITTER

Vai alla barra degli strumenti

On this website we use first or third-party tools that store small files (<i>cookie</i>) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (<i>technical cookies</i>), to generate navigation usage reports (<i>statistics cookies</i>) and to suitable advertise our services/products (<i>profiling cookies</i>). We can directly use technical cookies, but <u>you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies</u>. <b>Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience</b>.